Val Tidone Festival

Programma edizione 2019

Gragnano T.se, fraz. Campremoldo Sotto - Castel Mantova
(Chiesa di Campremoldo Sopra in caso di forte maltempo)
Sabato 8 giugno 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Rita Marcotulli (pianoforte)
Israel Varela (percussioni e voce)

Approfondisci...



Apertura come tradizione nella suggestiva cornice di Castel Mantova, con l’incontro al vertice tra due protagonisti della scena musicale internazionale, la pianista RIta Marcotulli e il percussionista messicano Israel Varela.
Un viaggio avventuroso questo incontro, alla ricerca di tutti quei suoni che sono alla base del jazz, passando per sonorità ritmiche del flamenco, arabe e della musica indiana.
La Marcotulli è un'artista poliedrica che ha avuto riscontri più che positivi con Pat Metheny, Pino Daniele, Palle Danielson, ma anche nel mondo del cinema (Ciak d’Oro, Nastro d’Argento e David di Donatello per la miglior colonna sonora di Basilicata Coast to Coast di Rocco Papaleo).
Israel Varela, batterista, compositore e anche voce del duo, ha suonato con grandi della musica come Pat Metheny, Charlie Haden, Yo Yo Ma, George Benson, Mike Stern, Victor Bailey, Pino Daniele, e anche nel flamenco con artisti come Diego Amador, Jorge Pardo, Antonio Canales, Joaquin Cortes.


Piacenza, Salone dei Concerti del Conservatorio Nicolini
Martedì 11 giugno 2019, ore 21.15
Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone
Concorso di composizione "Egidio Carella" - Call for Scores
Premio "Nicolini"

Approfondisci...



Serata nell’ambito dei Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone, organizzata in collaborazione con il Conservatorio Nicolini, il Festival Incó_ntemporanea e il Collettivo_21.
Nella prima parte, l’Ensemble Collettivo_21 eseguirà le partiture dei compositori selezionati nella sezione “Call for Scores” del Concorso di composizione “Egidio Carella, dopodiché la giuria decreterà i vincitori.
Nella seconda parte, verrà assegnato il Premio Nicolini: i tre gruppi meglio classificati nel Premio “Contessa Tina Orsi Anguissola Scotti” si esibiranno e, al termine del concerto, una giuria di studenti del Nicolini, presenti in sala, potrà votare l’ensemble preferito, consentendogli di vincere un premio in denaro addizionale.


Piacenza, Spazio Rotative
Sabato 15 giugno 2019, ore 21.15
Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone
Premio del pubblico e della critica "Enrica Prati"
Gala dei vincitori dei Concorsi Val Tidone
Approfondisci...



Doppio appuntamento allo Spazio Rotative, con l’assegnazione del Premio in memoria di Enrica Prati ed il gala dei vincitori dei Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone.
Il Premio Prati - assegnato al termine di un concerto dei pianisti meglio classificati nel Premio pianistico “Silvio Bengalli”, i quali si esibiranno senza che ne venga svelata la classifica - rappresenta un riconoscimento suppletivo che non andrà a modificare la classifica dello stesso “Bengalli” e verrà assegnato con la seguente formula: al 40% inciderà il voto di una commissione tecnica, formata dai membri delle giurie dei Concorsi Val Tidone e dagli altri musicisti presenti in sala; al 30% il voto di una giuria di giornalisti ed esponenti del mondo culturale piacentino presieduta dall’editrice di Libertà, Donatella Ronconi; al 30% il voto del pubblico.
Il Premio Prati consiste in una borsa di studio, nell’invito a tenere un concerto al Val Tidone Festival 2019 e nell’ingaggio per un concerto con orchestra in Europa.
I Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone hanno rappresentato un trampolino di lancio per molti giovani oggi in carriera. Tra gli esempi più signficativi, quelli di Alice Sara Ott, Michail Lifits, Lukas Geniusas, Rustam Shaykhutdinov, Petr Ovtcharov, Rita Mascagna, Raimondas Sviackevicius: tutti stanno tenendo concerti in tutto il mondo; c’è chi incide per etichette come la Deutsche Grammophon, chi è professore in Conservatori ed Accademie, chi ricopre la carica di spalla in prestigiose orchestre e tanto altro.


Sarmato, Piazza Roma
Domenica 23 giugno 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Enrico Rava (tromba)
Danilo Rea (pianoforte)

Approfondisci...



Incontro in musica ad altissimi vertici quello tra Enrico Rava e Danilo Rea.
Avere l’occasione di ascoltare questi due grandi musicisti in duo è piuttosto raro. Ragione in più per non perdere questo live, nel quale Rava e Rea hanno selezionato un repertorio che include gli standard più famosi di Chet Baker, Miles Davis e João Gilberto.
Danilo Rea è un pianista noto per la sua enorme versatilità che, nel corso degli anni, gli ha consentito di spaziare tra i generi, dal progressive rock fino alle vette del jazz internazionale, passando per la reinterpretazione di classici del pop italiano e del songbook americano. E
Enrico Rava è un’icona vivente del jazz, conosciuto internazionalmente come uno dei trombettisti più raffinati cui il nostro Paese abbia dato i natali.


Calendasco, Piazza del Castello
(Palazzetto dello Sport in caso di maltempo)
Sabato 29 giugno 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Magasin du Café
Approfondisci...



I Magasin du Café nascono nel 2012 grazie all’unione di intenti di Davide Borra e Luca Allievi, a cui si sono uniti Mattia Floris e Alberto Santoru.
Il quartetto, di cui è recentemente uscito il primo lavoro discografico, colpisce per la capacità di interpretare generi molto diversi tra loro.
Borra & Co. evocano atmosfere d'altri tempi, la magia dei bistrot, delle milonghe, dei club newyorkesi. La loro è una proposta in bilico tra modernità e tradizione, nella quale confluiscono swing, jazz manouche, folk, tango, rock e musica contemporanea.


Pianello Val Tidone, Piazza Madonna
(Teatro in caso di maltempo)
Domenica 30 giugno 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Fabrizio Bosso Quartet
State of the Art
Approfondisci...



Lo "stato dell’arte" di Fabrizio Bosso con il pianista Julian Oliver Mazzariello, il contrabbassista Jacopo Ferrazza e il batterista Nicola Angelucci si esprime in un dialogo autentico, forte e pieno di espressività. Non un punto di arrivo, ma un nuovo inizio che viene suggellato e rinnovato ogni volta.
“State of the Art” è anche il titolo di un doppio album live uscito ad aprile 2017 per la Warner Music e registrato dal vivo durante i concerti del quartetto a Roma, Tokyo e Verona. Un’istantanea fedele di una fase tra le più felici nella carriera di questo immenso trombettista.


Borgonovo Val Tidone, Fossato della Rocca Comunale
(Auditorium Comunale di Borgonovo V.T. in caso di maltempo)
Mercoledì 3 luglio 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Galoic - Cordovil Trio
Approfondisci...



Come tutti gli incontri più belli, anche quello tra i vulcanici Branko Galoic e Francisco Cordovil è avvenuto spontaneamente: i due musicisti si sono incontrati alcuni anni fa in un bar musicale, Chez Adel, tappa obbligata per gli amanti di Parigi, e da lì è nato un caleidoscopico sodalizio artistico.
Branko Galoic è un cantautore e chitarrista croato. Ha al suo attivo sette album e la sua musica, influenzata dalla tradizione dei Balcani, è un mix di stili diversi. Il suo album "Angel Song" ha ricevuto la nomina per il German Award.
Francisco Cordovil si è diplomato in chitarra classica e allo stesso tempo ha studiato jazz. Musicista eclettico per natura, ha firmato progetti interdisciplinari in cui la musica incontra la danza contemporanea, il teatro e la multimedialità. La perizia tecnica e la disinvoltura con cui riesce a passare tra vari stili musicali, dall'iraniano al turco, dal brasiliano al portoghese, dal jazz al rock, sino alla musica classica, gli sono valsi concerti con standing ovation in tutta Europa.
Reduci da un tour in Germania e Austria, Galoic e Cordovil hanno pubblicato un nuovo album, dal titolo "One With The Wind".


Alta Val Tidone, fraz. Trevozzo
(ex Cantina - Via Umberto I in caso di maltempo)
Venerdì 5 luglio 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Georgia Ciavatta Quintet
In viaggio con Billie
Approfondisci...



Quello che non ti aspetti è di scoprire che, all'inizio della sua carriera, Billie Holiday è una giovane donna che celebra la vita e l'amore creando capolavori assoluti. Da questa riscoperta nasce l'idea di Mario Zara e Georgia Ciavatta di dare ad alcuni capolavori, interpretati da Lady Day, uuna nuova luce, un nuovo sentire, anche attraverso l'uso di armonie e ritmiche che appartengono al jazz più moderno.
Con Georgia Ciavatta (voce), Mario Zara (pianoforte), Gianni Satta (tromba e flicorno), Loris Lari (contrabbasso), Davide Bussoleni (batteria).


Castel San Giovanni, Piazza XX Settembre
(in caso di maltempo il concerto verrà rinviato a data da destinarsi)
Martedì 9 luglio 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Sergio Cammariere
La fine di tutti i guai
Approfondisci...



Molti artisti, una volta raggiunto il successo, non fanno che ripetere pedissequamente la formula vincente della loro musica, quella che ha permesso loro di vendere decine di migliaia di dischi, con delle minime variazioni rispetto al copione originale. Non è il caso di Sergio Cammariere, il cui sound è un raffinato work in progress dove il jazz, la canzone d’autore e i ritmi sudamericani si mescolano in una sintesi originale, calda, malinconica e gioiosa allo stesso tempo.
"La fine di tutti i guai", decimo album del cantautore di Crotone, segna una riuscita svolta pop e black, senza tradire l’amato jazz che l’ha portato alla ribalta a Sanremo 2002 con l'indimenticabile brano "Tutto quello che un uomo". Nel disco, così nel concerto di Castel San Giovanni, Cammariere è affiancato dalla sua storica band, un team di grandi musicisti che da sempre sono al suo fianco: Daniele Tittarelli, Luca Bulgarelli, Amedeo Ariano, Bruno Marcozzi.
Lo spettacolo rispecchia l'animo e l'approccio musicale unico dell'artista, una perfetta combinazione tra intensi momenti di poesia, suadenti atmosfere jazz, coinvolgenti ritmi latini, bossanova, blues, funky e black music.


Piozzano, fraz. San Gabriele - Sagrato della Chiesa
(Consorzio Agrario di Piozzano in caso di maltempo)
Sabato 13 luglio 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz - Val Luretta Jazz
Dodecacellos feat. Claudia Pastorino
De André
Approfondisci...



Quest’anno ricorre il ventesimo anniversario della scomparsa di Fabrizio De Andrè e, per omaggiare il suo indimenticabile repertorio, Claudia Pastorino e i Dodecacellos hanno firmato un progetto unico, in cui De André viene proiettato in una dimensione sinfonica e cantato al femminile.
Claudia Pastorino, cantautrice genovese, ha pubblicato otto CD e tenuto concerti in tutta Europa.
I Dodecacellos rappresentano una realtà musicale unica nel suo genere in Italia: Ensemble formato da dodici violoncelli, nato da un’idea del maestro Andrea Albertini, i Dodecacellos spaziano dalla musica classica al musical, dalla musica leggera alla musica da film. I violoncellisti dell’ensemble suonano lo strumento nelle più differenti e imprevedibili modalità.


Gragnano Trebbiense, Villa Marchesi
(in caso di maltempo il concerto verrà rinviato a data da destinarsi)
Mercoledì 17 luglio 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz - Val Luretta Jazz
Giovanni Nuti - Monica Guerritore
José Orlando Luciano (pianoforte, fisarmonica e tastiere)
Massimo Germini (chitarra)
Simone Rossetti Bazzaro (violino)
Emiliano Oreste Cava (percussioni e batteria)

Mentre rubavo la vita - Omaggio ad Alda Merini
Approfondisci...



Uno spettacolo folle e commovente che unisce per la prima volta sul palco due grandi interpreti dello spettacolo e della musica, Monica Guerritore e il cantante e musicista Giovanni Nuti.
S’intitola "…Mentre rubavo la vita…!" il concerto in cui i due artisti cantano, accompagnati da una band di quattro elementi (José Orlando Luciano, Massimo Germini, Simone Rossetti Bazzaro ed Emiliano Oreste Cava), gli appassionati, dolorosi e ironici versi della grande Alda Merini. Un’ora appassionante di immagini, parole, musica e passione.
«Nessuna donna resta indifferente davanti alla forza, all’energia libera, vitale, colorata, sensuale di Alda Merini – dice Guerritore –. La musica di Nuti rende travolgenti i suoi testi. Io stessa ne rimango stupita. Al pubblico piacerà enormemente: ballerà, riderà e piangerà insieme a noi».
Nuti, che firma anche le musiche dello spettacolo, ha avuto una collaborazione unica e irripetibile, durata sedici anni, con la grande poetessa, che lei stessa amava definire un "matrimonio artistico".


Pianello Val Tidone, Piazza Umberto I
(Teatro in caso di maltempo)
Domenica 21 luglio 2019, ore 21.15
Val Tidone Classica
Quadri d'Opera
Val Tidone Summer Camp
Approfondisci...



Domenica 21 luglio il Festival tornerà a Pianello Val Tidone, questa volta in piazza Umberto I, per lo spettacolo "Quadri d'Opera", attraverso il quale gli allievi delle masterclass di canto del Val Tidone Summer Camp porteranno in scena frammenti d'opera in forma di concerto.


Rottofreno, fraz. Santimento - Cortile del Castello
(Teatro di Rottofreno in caso di maltempo)
Martedì 23 luglio 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Joe Barbieri Trio
Origami
Approfondisci...



Joe Barbieri è un’affascinante anomalia, un outsider che, al di fuori del binario dell’industria, si è saputo costruire un percorso personale, all’estero come in Italia.
Dopo un apprendistato alla corte di Pino Daniele, nel 2004 pubblica il suo primo album, cui ne seguiranno altri, dei quali verranno vendute decine di migliaia di copie.
Nel 2012 firma “Respiro”, disco pubblicato in oltre cinquanta Paesi, al fianco di amici di rango come il Premio Oscar Jorge Drexler, Gianmaria Testa, Fabrizio Bosso e Stefano Bollani. La stampa nazionale lo racconta come "Profumi di zenzero e cannella, aroma di caffè appena salito, Napule e bossa, archi di raso e Django. Corti d’autore. Delicato, elegante. Un piccolo capolavoro". Barbieri viene invitato a suonare a Tokyo e nelle principali capitali europee.
Il successivo album “Cosmonauta Da Appartamento”, registrato tra Napoli, Rio de Janeiro, Copenaghen, New York, Parigi e Madrid, riceverà la nomination per la Targa Tenco.
Nel 2017 Barbieri torna alle sue canzoni, pubblicando “Origami”, disco minimalista e dalla spiccata attitudine jazz e latina. Nel live di Santimento, Barbieri sarà affiancato da Antonio Fresa al pianoforte e Daniele Sorrentino al contrabbasso.


Ziano Piacentino, Loc. San Lupo
(Salone Parrocchiale di Ziano Piacentino - Via dei Mille in caso di maltempo)
Venerdì 26 luglio 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Goitse
Irish Tunes
Approfondisci...



Goitse (saluto informale gaelico, una sorta di "vieni qui") è una tra le band più seguite dagli intenditori di musica tradizionale Irlandese.
I Goitse si sono esibiti nei maggiori festival in Irlanda, America, Europa ed Africa. Dice di loro l'Irish Music Magazine: "Hanno una grande immaginazione musicale, e non hanno paura di varcare le frontiere nello sviluppo della tradizione".
Aine Mc Geeney, la violinista, è anche una nota cantante, sia in lingua inglese che irlandese. La sua voce, dolce e carismatica, riesce letteralmente a trascinare gli ascoltatori nella musica.
Dopo aver pubblicato alcuni album di successo, nel 2015 i Goitse vengono nominati "Gruppo traditional dell'anno" dalla prestigiosa Internet Radio & TV "Live Ireland", con la seguente motivazione: "Goitse hanno saputo diventare popolari di fronte agli appassionati di tutto il mondo della musica tradizionale. Sono bravissimi, e la loro musica è ineguagliabile per energia, abilità e intelligenza. Tanto giovani per essere così bravi. Wow!".
Con Colm Phelan (bodhran), Alan Reid (banjo), Aine McGeeney (violino e voce), Tadhg O'Meachair (fisarmonica), Conal O'Kane (chitarra).


Alta Val Tidone, fraz. Pecorara - Piazza XXV Aprile
(Salone Parrocchiale in caso di maltempo lo spettacolo)
Venerdì 2 agosto 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Fabio Concato
Paolo Di Sabatino Trio

Gigi
Approfondisci...



Dopo tanta attività live in comune, Fabio Concato e Paolo Di Sabatino, uno dei più talentuosi pianisti jazz italiani, hanno deciso, per i quarant’anni di carriera del cantautore milanese, di fissare su disco il loro sodalizio: è così nato "Gigi", uno splendido disco in cui Concato reinterpreta in chiave jazzistica alcune sue canzoni assieme a Di Sabatino e ai suoi due coéquipiers, il bassista Marco Siniscalco e il batterista Glauco Di Sabatino, fratello minore di Paolo .
"Gigi è mio padre - racconta Fabio - Lo dico per i molti che non lo sanno. Gigi mi ha avvicinato alla musica con divertimento e me l’ha fatta amare. Gigi ascoltava molto jazz (la sua musica preferita insieme a quella brasiliana, meglio se suonata e cantata da Joao Gilberto). Gigi non faceva il 'musico' di professione, ma bastavano un paio di accordi sul piano o sulla chitarra per avvertirne subito la sensibilità e il talento".
Il concerto di Pecorara sarà l’occasione per ascoltare non solo i grandi successi di Concato, ma anche tanti altri brani del suo ricco repertorio, scelti secondo i temi più cari all’artista.


Piacenza, Cortile di Palazzo Rota Pisaroni
(Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano in caso di maltempo)
Martedì 10 settembre 2019, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Antonello Salis (fisarmonica e pianoforte)
Simone Zanchini (fisarmonica e live electronics)

Liberi
Approfondisci...



Incontro al vertice tra due funamboli della fisarmonica e prestigiatori dell’improvvisazione, tra due artisti protagonisti assoluti della scena jazz internazionale per il concerto di Palazzo Rota Pisaroni, sede della Fondazione di Piacenza e Vigevano, principale sostenitore del progetto-musica della Val Tidone.
Antonello Salis (fisarmonica e pianoforte) e Simone Zanchini (fisarmonica e live electronics) dopo dieci anni sono di nuovo insieme, per gioire e sperimentare, oggi come allora, una musica senza barriere e preconcetti. La possibilità di scambiarsi continuamente i ruoli, lanciata attraverso la libera creazione estemporanea, permette ai due artisti di gustare appieno le facoltà timbrico-dinamiche dei rispettivi strumenti, arricchite dai voli pianistici di Antonello, dalle raffinate incursioni elettroniche di Simone e, non ultimo, dall’autentico piacere dei due amici di dialogare tête-à- tête.


Piacenza, Teatro Municipale
Venerdì 29 novembre 2019, ore 21.00
Val Tidone Classica
Ruben Micieli (pianoforte)
Premio "Silvio Bengalli" - Gli Studi di Chopin
Concerto coprodotto con la Fondazione Teatri di Piacenza
Approfondisci...



Ideale passaggio di testimone tra il Val Tidone Festival e la stagione musicale del Teatro Municipale di Piacenza che, in un evento coprodotto da Fondazione Val Tidone Musica e Fondazione Teatri di Piacenza, come tradizione ospiterà un vincitore del Premio pianistico “Silvio Bengalli”, il più frequentato tra i Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone.
Protagonista del concerto di quest’anno sarà il siciliano Ruben Micieli, Premio Bengalli 2015, cristallino talento ventiduenne già applaudito sul palcoscenico del Municipale con il primo concerto per pianoforte e orchestra di Tchaikvosky, che questa volta presenterà l'integrale dei 24 Studi di Chopin (12 Studi op. 25 - 12 Studi op. 10).

INGRESSO A PAGAMENTO (informazioni presso la biglietteria del Teatro Municipale di Piacenza)

Top News
21/06/2019 Val Tidone Festival - Rinviato al 23 giugno il concerto di Rava e Rea --- Dettaglio News
24/12/2018 Iscrizioni online --- Dettaglio News