Val Tidone Festival

Programma edizione 2017

Piacenza, Cattedrale
Venerdì 19 maggio 2017, ore 21.15
Val Tidone Classica
Claudio Jacomucci (fisarmonica)
Approfondisci...



Concerto di anteprima della ventesima edizione del Val Tidone Festival in occasione di “Guercino a Piacenza”, lo straordinario evento con la salita alla Cupola del Duomo e la Mostra a Palazzo Farnese promosso dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano con il Comune di Piacenza e la Diocesi di Piacenza-Bobbio. Protagonista del recital, uno dei maggiori fisarmonicisti del nostro tempo, Claudio Jacomucci.
Interprete in prima assoluta di brani di compositori come Luciano Berio, Franco Donatoni, Gyorgy Kurtag e Luis De Pablo, Jacomucci ha suonato in alcune tra le più importante sale e teatri del mondo, dalla Scala di Milano alla Concertgebow di Amsterdam, dalla Filarmonica di Berlino alla Sala Messiaen di Parigi; ha inoltre tenuto masterclass per istituzioni storiche, dalla Royal Academy di Londra all’Accademia Sibelius di Helsinki. Dal 2002 lavora con la coreografa e danzatrice Kathleen Delaney, esplorando varie possibilità compositive tra movimento e suono: interazioni live, musica elettroacustica e video-dance.

PROGRAMMA
S. Gubaidulina: De Profundis
J.S. Bach: Fuga in Re min. BWV 539
J. Dowland: Lachrimae Antiquae
J.S. Bach: Passacaglia et Thema Fugatum BWV 582
C. Jacomucci: Cool Memories (estratto)
E. Elgar - C. Jacomucci: Enigma 9 "Nimrod"
J.S. Bach: Contrapunctus XIV, da “L’Arte della Fuga” BWV 1080
C. Jacomucci: Orfeo ed Euridice - Omaggio a Claudio Monteverdi, per fisarmonica e suoni registrati


Gragnano T.se, fraz. Campremoldo Sotto - Castel Mantova
(Chiesa di Campremoldo Sopra in caso di forte maltempo)
Sabato 10 giugno 2017, ore 21.15
Val Tidone Classica
Ensemble di percussioni "Tempo Primo"
Approfondisci...



Tradizionale concerto di apertura del Festival e di inaugurazione dei Concorsi Val Tidone, che tagliano il traguardo dei 20 anni, nella suggestiva cornice di Castel Mantova.
I Tempo Primo, saliti sul gradino più alto del podio del Premio "Anguissola Scotti" nell’ambito dei Concorsi Val Tidone 2016,sono un ensemble di strumenti a percussione costituito da quattro ex-allievi del Conservatorio di Mantova: Marco Benato, Leonardo Caleffi, Carlo Alberto Chittolina e Paolo Grillenzoni. Il gruppo si è distinto nel panorama musicale, vincendo - oltre al Premio Anguissola Scotti - diversi concorsi di musica da camera.
Tempo Primo ha preso parte a rassegne e festival internazionali, nonché a trasmissioni televisive (anche su Rai Uno), ottenendo apprezzamenti di pubblico e critica. Fra gli ultimi riconoscimenti, la “Borsa di studio Charles Haimoff”.
Il gruppo è capace di affrontare un repertorio variegato, basato su composizioni originali per ensemble di sole percussioni, che vede l'alternarsi di brani frizzanti e coreografici ad atmosfere distese, grazie all’utilizzo di molteplici strumenti a percussione.


Piacenza, Salone dei Concerti del Conservatorio Nicolini
Martedì 13 giugno 2017, ore 21.15
Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone
Premio "Nicolini"
Approfondisci...



In occasione del ventesimo compleanno, i Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone e il Val Tidone Festival si arricchiscono di una nuova serata di gala, dedicata al Premio “Anguissola Scotti” per gruppi da camera.
Martedì 13 giugno avremo modo di ascoltare i tre gruppi meglio classificati nel Premio “Anguissola Scotti” e, al termine del concerto, una giuria di studenti del Nicolini, presenti in sala, potrà votare l’ensemble preferito, consentendogli di vincere un premio in denaro addizionale.


Piacenza, Spazio Rotative
Sabato 17 giugno 2017, ore 21.15
Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone
Premio del pubblico e della critica "Enrica Prati"
Approfondisci...



I tre pianisti meglio classificati nel Premio pianistico "Silvio Bengalli" terranno un concerto, al termine del quale il pubblico in sala ed una giuria tecnica saranno chiamati ad eleggere il vincitore del Premio "Enrica Prati", consistente in una borsa di studio e in ingaggi concertistici.
Seguirà la proclamazione dei vincitori del Premio "Bengalli", la cui classifica non verrà influenzata dal Premio "Enrica Prati".


Pianello Val Tidone, Teatro
Domenica 18 giugno 2017, ore 21.15
Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone
Gala dei vincitori dei Concorsi Val Tidone
Approfondisci...



Gala dei vincitori dei Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone - Premi professionali di esecuzione musicale (Premio pianistico "Silvio Bengalli", Premio "Carlo Civardi" per solisti di fisarmonica, Premio "Contessa Tina Orsi Anguissola Scotti" per gruppi da camera).
Al termine del concerto verrà organizzato un party con degustazione di prodotti tipici locali.


Sarmato, Villa Tanzi
(in caso di maltempo lo spettacolo verrà rinviato al 30 giugno alle ore 21.15)
Sabato 24 giugno 2017, ore 24.00
Val Tidone Etnica/Jazz
Gino Paoli (voce)
Danilo Rea (pianoforte)

Due come noi
Approfondisci...



Grande evento ad ingresso gratuito per il solstizio d’estate con due mostri sacri della musica italiana, Gino Paoli e Danilo Rea, preceduti (ore 22.00) dal Collettivo dei corsi di jazz del Conservatorio “Nicolini” di Piacenza, coordinati da Umberto Petrin.
La serata promette di essere ricordata non solo per l’orario insolito ed in quanto inserita nelle celebrazioni per i 20 anni del progetto-musica della Val Tidone, ma anche per la suggestione del contesto in cui andrà a svolgersi, il parco di Villa Tanzi, per la prima volta aperta al Val Tidone Festival grazie alla cortesia della padrona di casa, la quale istituirà anche una borsa di studio in memoria del marito, Sen. Sergio Cuminetti, nel ventennale della scomparsa.

Prosegue il successo dell’avventura live di Gino Paoli e Danilo Rea con lo spettacolo “Due come noi che…”, un concerto unico, a base di voce, pianoforte e improvvisazione. Un prezioso esempio di come due artisti assoluti possano interpretare in modo innovativo alcuni classici della storia della musica italiana e internazionale, con una scaletta aperta che spazia tra le canzoni più amate di Gino, chicche dei cantautori genovesi, l’omaggio alla musica napoletana e a quella francese. Il concerto sarà anche l’occasione per gli spettatori di avere un assaggio dal vivo del nuovo lavoro, omonimo, lavoro discografico di Paoli e Rea.
Gino Paoli, cantautore che ha scritto pagine tra le più belle della musica italiana, iniziò la propria carriera formando una band con Tenco e Lauzi. Quando la casa discografica Ricordi decise di estendere la propria attività alla musica leggera, scritturò questo cantante dalla strana voce miagolante, oggi riconosciuto a livello mondiale. Ha firmato brani immortali quali “Il cielo in una stanza”, “La gatta”, “Senza fine”, “Sapore di sale”, “Quattro amici”, colonne sonore e tanto altro.
Docente di pianoforte jazz al Conservatorio di Roma, Danilo Rea è considerato come “il grande poeta tra i musicisti jazz italiani” ed è famoso per le sue collaborazioni con cantautori, cantanti e jazzisti del calibro di Chet Baker, Lee Konitz, John Scofield, Joe Lovano etc.


Calendasco, Piazza del Castello
(Palazzetto dello Sport in caso di maltempo)
Domenica 25 giugno 2017, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Note Noire
Approfondisci...



Note Noire (Ruben Chaviano, violino; Roberto Beneventi, fisarmonica; Tommaso Papini, chitarra; Mirco Capecchi, contrabbasso) è un quartetto che unisce nel proprio repertorio il mondo musicale mediterraneo e quello mitteleuropeo. La musica è il guado possibile tra queste due sfere, inconsapevolmente collegate da tradizioni sonore conservate nelle abili, preziose mani dei musicisti tzigani; non è un caso che il suono di Note Noire si ispiri a quello degli ensembles di Django Reinhardt, vero e proprio traghettatore della musica europea verso il jazz nel periodo tra le due guerre e, nello stesso tempo, vettore di un’enorme quantità di timbri ed espressioni, tipici della tradizione dei popoli del Vecchio Mondo.
La ricerca sonora di Note Noire parte dalle corde dei bouzouki rebetiko di Markos Vamvakaris per spingersi fino ai violini tzigani dell’orchestra di Sandor Lakatos e alle più familiari composizioni di Goran Bregoviç; ma il quartetto inevitabilmente apre questi patrimoni a soluzioni figlie del suo tempo e alla produzione propria originale.
Il gruppo ha pubblicato due dischi, “Incontri” e “Oltreconfine”, e si è esibito in prestigiosi contesti internazionali, tra cui la Royal Albert Hall di Londra, il Rhino Jazz Festival di Lione e il Longlake Festival di Lugano; ha partecipato a trasmissioni radiofoniche sulle reti RAI e RSI (Radiotelevisione Svizzera Italiana) ed è stato recensito su riviste cartacee e web come Musica Jazz, JazzIt, Jazz Convention, JazzItalia, La Nazione, Il Manifesto, Corriere Della Sera, La Repubblica e altre.


Rottofreno, fraz. Santimento - Cortile del Castello
(Teatro di Rottofreno in caso di maltempo)
Mercoledì 28 giugno 2017, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Tango Spleen
Approfondisci...



La Tango Spleen Orquesta, ensemble fondato e diretto dal musicista argentino Mariano Speranza, ha conquistato ed entusiasmato un vasto pubblico in tutta Italia (dalla Società dei Concerti di Milano ai Concerti nel Parco di Roma), Europa, Asia ed Argentina.
Grazie alla versatilità e all’originalità del progetto, Tango Spleen può vantare collaborazioni artistiche eterogenee, dall’ex-PFM Bernardo Lanzetti alla cantautrice uruguayana, disco di platino, Malena Muyala.
Il gruppo, che nel 2011 è stato la rivelazione del XVIII Festival Nacional de Tango de La Falda in Argentina, viene regolarmente invitato ad esibirsi come orchestra principale nei festival internazionali di tango di Torino, Trieste, Montpellier, Montecarlo, Bielefeld, Innsbruck, Blackpool etc. Ha realizzato importanti tournée, toccando le principali città della Corea del Sud, dell’Argentina, e poi Nizza, Rostov sul Don, Odessa... Nel 2013 è invitato a prender parte ad uno spettacolo per l’insediamento del pontefice Papa Francesco, con diretta televisiva e radiofonica su emittenti nazionali ed estere.
L’ensemble è stato ospite di diverse riviste specializzate e di trasmissioni televisive e radiofoniche in Italia e all’estero, dalla RAI alla Radio Mundial del Tango di Buenos Aires; ha all’attivo la pubblicazione di tre lavori discografici e ha vinto, con il brano originale “Milonga Schupi”, il Concorso nazionale “Suoni Senza Confini” - 2010.


Pecorara, Piazza XXV Aprile
(Salone Parrocchiale in caso di maltempo)
Sabato 1 luglio 2017, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Doctor Wood & Ronnie Jones
Approfondisci...



Serata all’insegna del Blues a Pecorara con la band dei Doctor Wood (Stefano Sarchi alla chitarra, Silvia Preda al basso, Max Pieri alla batteria) e, in qualità di special guests, Michele Fazio alla tastiera e il cantante Ronnie Jones.
Già autore delle colonne sonore di alcuni film di Sergio Rubini, Michele Fazio ha suonato con Patty Pravo, con la quale ha registrato due album, Gianluca Grignani, Antonella Ruggiero, Fabio Concato e tanti altri.
Ronnie Jones è uno dei cantanti più originali e versatili della scena europea. Scoperto dal talent scout e padre del British Blues Alexis Korner negli anni sessanta, proprio grazie a questa sua versatilità, giunge al successo in Italia con la canzone “Rock Your Baby” e, successivamente, come attore di teatro, nel cast del musical “Hair”, in cui canta e recita con Renato Zero, Teo Teocoli e Loredana Berté.
Ronnie fu il primo disc jockey straniero alla radio italiana: scritturato da Renzo Arbore e Gianni Boncompagni, lavorò in Rai per il programma "Musica in", quindi, negli anni ottanta, a Canale 5 dove condusse la trasmissione musicale "Pop Corn", incidendo anche l’album "Video Games", sigla della popolare trasmissione.
Successivamente lavora in radio per R.M.I., Radio Studio 105, RTL 102,5, Hit Radio etc. e scrive due libri, senza però mai dimenticare il “live” e la composizione: tra le sue canzoni di maggior successo, “Games”, “The man”, "Bambino io e Bambino tu" (firmata con Zucchero e Gino Paoli ), "Welcome to the Party" etc.


Pianello Val Tidone, Piazza Madonna
(Teatro in caso di maltempo)
Domenica 2 luglio 2017, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Israel Varela Group
feat. Fuensanta La Moneta & Serena Brancale

Frida en Silencio
Approfondisci...



La musicalità e la personalità fuori dal comune del batterista, compositore e cantante messicano Israel Varela, vincitore di un Award nel 2009, hanno dato vita al progetto “Frida en Silencio”, omaggio a Frida Kahlo per trio jazz (Varela a Pianello sarà supportato da Angelo Trabucco al pianoforte e Alfredo Paixao al basso), ballo flamenco e voce con la partecipazione di Fuensanta La Moneta, ballerina tra le più affermate a livello planetario, e di Serena Brancale.
Varela ha suonato con Pat Metheny, Charlie Haden, Yo Yo Ma, George Benson, Mike Stern, Pino Daniele, Bireli Lagrene, Bob Mintzer, Andrea Bocelli, Joaquin Cortes e tanti altri, con tour che hanno toccato i più grandi teatri e festival jazz in Olanda, Spagna, Italia, Stati Uniti, Indonesia, India, Singapore, Belgio, Cina, Francia, Emirati Arabi, Qatar, Giordania, Tunisia, Svizzera, Germania, Argentina... Con lui, flamenco, ritmi latino-americani, atmosfere Maqam e colori jazz si fondono in un drumming inconfondibile.
Fuensanta La Moneta è amata dalla critica per la sua interpretazione del flamenco, il suo stile passionale ed ancestrale. Esaltata dalla stampa specializzata come una delle maggiori ballerine nate negli anni Ottanta, ha vinto il premio "El Desplante" ed è stata nominata nel 2010 "Miglior ballerina flamenca" dalla prestigiosa rivista "Flamenco hoy". Questi riconoscimenti le hanno aperto le porte di eventi come El Monte, la Biennale di Siviglia, il Festival di Jerez e quelle di paesi come il Giappone, la Francia, la Germania, gli Stati Uniti, il Messico, la Svizzera, l'Italia e altri.
Già voce ufficiale di Radiobari, Serena Brancale ha studiato jazz e tecniche improvvisative al Conservatorio di Bari, tenuto concerti in tutta Italia, interpretato ruoli da protagonista nel cinema e collaborato con il produttore Michele Torpedine, con cui ha sigillato il suo primo lavoro discografico, “Galleggiare”, e partecipato con successo al Festival di Sanremo nel 2015.

La vita di Frida Kahlo, nata e morta a soli 47 anni in Messico, è stata segnata dal male, dalla sventura, dalle passioni e da una tormentata vita amorosa.
Obbligata dalla colonna bifida e da un incidente d’autobus a subire 30 operazioni chirurgiche, dipingeva semiseduta, concentrandosi sul tema dell’autoritratto, crudele e primitivo, nonostante la bellezza del suo viso e delle sue trecce, sempre attorniate da fiori.
La sua fama di pittrice di incubi e sogni crebbe dopo la morte, sino a raggiungere la celebrità odierna, con onori e tributi da ogni parte del mondo.


Piacenza, Ristorante-Discoteca L'Altro Village
Venerdì 7 luglio 2017, ore 23.00
Festa di compleanno
TRIO D'AUTORE
Approfondisci...



Venerdì 7 luglio a partire dalle ore 23.00 festa per i 20 anni del progetto-musica della Val Tidone presso il Ristorante-Discoteca "L'altro Village" di Piacenza.
Durante la serata sarà possibile ascoltare il "Trio d'Autore" del batterista e percussionista Tarcisio Molinaro, con Fabio Guagliardi alla tastiera e Sasà Calabrese al basso e voce. Il Trio presenterà il progetto "La storia e le canzoni", omaggio alla canzone italiana d'autore. A seguire, taglio della torta e brindisi con tutti gli amici che vorranno intervenire.

INGRESSO GRATUITO con possibilità di cenare durante il concerto ad euro 30,00 - Prenotazioni al numero 333.6265967
N.B. Sarà possibile anche acquistare il pacchetto "CENA + INGRESSO AL CONCERTO DI SERGIO CAMMARIERE DEL 12 LUGLIO" al prezzo speciale di euro 45,00 (anziché euro 55,00)


Castel San Giovanni, Piazza XX Settembre
(Teatro Verdi in caso di maltempo)
Domenica 9 luglio 2017, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Antonella Ruggiero (voce)
Mark Harris (pianoforte)
Roberto Colombo (vocoder e bass synth)

Approfondisci...



Antonella Ruggiero, considerata una delle voci più intense e suggestive del panorama musicale italiano, negli anni ha mostrato la sua curiosità sperimentando diverse forme sonore e artistiche. Dopo il percorso con i Matia Bazar, ha spaziato dalla musica sacra al jazz, dal pop alla musica ebraica, portoghese e orientale.
La sua carriera solistica inizia nel 1996 con "Libera", cui hanno fatto seguito diversi lavori, tra cui "Sospesa", dove ha potuto lavorare con Ennio Morricone e Giovanni Lindo Ferretti.
Ha calcato prestigiosi palcoscenici, dalla Biennale di Venezia al Festival di Sanremo, dove nel 2005 ha conquistato il primo posto nella categoria donne con "Echi d'infinito".
Tra le produzioni discografiche più recenti, "Stralunato recital", "Souvenir d'Italie", “Pomodoro genetico”, l'album di inediti “L’impossibile è certo”, “Cattedrali” (Sony) e “La vita imprevedibile delle canzoni”.
Antonella sarà accompagnata al vocoder e sinth bass da Roberto Colombo, direttore d’orchestra e produttore, e al pianoforte da Mark Harris, già punto di riferimento per artisti come Fabrizio De André, Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Giorgio Gaber, Mia Martini, Pino Daniele, Roberto Vecchioni, Renato Zero, Al Jarreau, Randy Crawford e altri.


Gragnano Trebbiense, Villa Marchesi
(in caso di maltempo il concerto si terrà al chiuso)
Mercoledì 12 luglio 2017, ore 21.15
Val Luretta Jazz
Sergio Cammariere
Io Tour
Approfondisci...



“IO” è il nuovo progetto discografico di Sergio Cammariere, un lavoro che raccoglie tutto il suo mondo musicale, quello di cantautore e pianista, e che adesso rivive nei concerti dal vivo insieme alla storica band dell’artista crotonese, un team di grandi musicisti che da sempre sono al suo fianco: Daniele Tittarelli, Luca Bulgarelli, Amedeo Ariano e Bruno Marcozzi.
Il live rispecchia l'animo e l'approccio musicale unico dell' artista, una perfetta combinazione tra intensi momenti di poesia, intrisi di suadenti atmosfere jazz e coinvolgenti ritmi latini che accendono il live con calde atmosfere bossanova. Nella scaletta ci sono i suoi brani più amati ma trovano spazio anche nuove esaltanti creazioni, frutto di una ricerca musicale in continua evoluzione.
Cammariere recupera dal baule dei ricordi i suoi successi più acclamati, dipingendoli di nuove sfumature: "Tempo perduto" "Via da questo mare","Tutto quello che un uomo", il brano della prima partecipazione a Sanremo (nel 2003, ottiene il terzo posto in gara, il Premio della Critica e quello come "Migliore Composizione Musicale"), in un perfetto equilibrio armonico che ne sottolinea l'intensità emotiva. Le suggestioni del pianoforte svelano la melodia de "Dalla pace del mare lontano" aprendo la strada ad un ritmo incalzante contaminato di venature latine. E ancora "L'amore non si spiega", con il suo testo impegnato e sentimentale in cui la musica sconfina nella poesia, mentre chiude il capitolo dei ricordi la vivace e autoironica "Cantautore piccolino". Immancabili poi i tributi e gli omaggi ai memorabili cantautori che lo hanno ispirato durate la sua carriera.
"IO" è stato registrato tra la Casa del Jazz e l'Auditorium Parco della Musica di Roma.

INGRESSO A PAGAMENTO


Borgonovo Val Tidone, Rocca Comunale
(Auditorium Comunale di Borgonovo V.T. in caso di maltempo)
Domenica 16 luglio 2017, ore 21.15
Val Tidone Classica
Dodecacellos
Ensemble diretto da ANDREA ALBERTINI
Tutti i colori del Sud
Approfondisci...



I Dodecacellos nascono nel 2010. L’idea del direttore, Andrea Albertini, è stata quella di creare un gruppo per la diffusione della musica strumentale attraverso trascrizioni da lui stesso effettuate per violoncello.
L'ensemble, il cui repertorio abbraccia tutta la storia della musica, dal barocco ai giorni nostri, si avvale ella collaborazione solistica della violoncellista Arianna Menesini, solista dei Rondò Veneziano, di Luca Moretti (violoncello percussivo) e di Giuseppe Canone al sax, clarinetto e fisarmonica.
Con l’originale rappresentazione sacra “Passio Christi, Passio Hominis” (musica,immagini e poesia) il gruppo si è esibito nelle maggiori cattedrali del nord Italia. Tra le varie collaborazioni, si ricordano quelle con Matteo Peirone, Linda Campanella, Ugo Pagliai, Paola Gassman e Sergio Castellito.

PROGRAMMA
M. Ravel: Bolero
G. Gershwin: Blues
A. Benjamin: Jamaican Rumba
W.K. Lindermann: Mambo
L. Bacalov: Il Postino
K. Weill: Youkali
G. Sollima: Terra Aria – Violoncelles
A. Piazzolla: Omaggio ad Astor


Ziano Piacentino, Loc. Albareto - Piazzetta della Chiesa
(Salone di Ziano - Viale dei Mille in caso di maltempo)
Martedì 18 luglio 2017, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Volosi
Approfondisci...



Il debutto del quintetto d’archi polacco “Volosi”, nel 2010 al New Tradition Festival, ha riscosso ogni possibile consenso, confermato l’anno successivo con la vittoria allo Svetozar Stracina Grand Prix, contest organizzato dalla European Broadcasting Union, con il miglior brano di world music.
Nel 2012 il primo album dei Volosi entra nella top 20 della World Charts Europe; nel 2016 il gruppo vince il Grand Prix Czech Music Crossroads Award. I loro concerti e tour internazionali sono stati trasmessi dalla radio Polacca, dalla BBC e dalla TV tedesca WDR3.
Portando ai limiti le potenzialità dei loro strumenti, i Volosi hanno creato una musica che può essere apprezzata anche da un ascoltatore moderno e interessato al repertorio contemporaneo; la loro proposta artistica è riuscita a crescere e superare le radici della musica carpazica a cui si ispira, aggiungendo componenti di improvvisazione che sconfinano nel jazz e nel rock, ambito dove pure i Volosi sono acclamati a livello mondiale.
L'evento è organizzato in collaborazione con il Consolato Generale della Repubblica di Polonia in Milano.


Nibbiano, Loc. Tassara - Castello di Tassara
(in caso di maltempo il concerto si terrà al chiuso al Castello di Tassara)
Sabato 22 luglio 2017, ore 21.15
Val Tidone Classica
Giacomo Prestia (basso)
Paola Quagliata (soprano)
Donatella Tacchinardi (pianoforte)

con la partecipazione di DAVIDE CORINI (pianoforte) e LUCA GARLASCHELLI (contrabbasso)
Approfondisci...



Tradizionale (ma non troppo, quest’anno) gala lirico in una nuova, suggestiva, location nel Comune di Nibbiano, il Castello di Tassara, con il basso Giacomo Prestia, la soprano Paola Quagliata e la pianista Donatella Tacchinardi.
Sintetizzare in poche righe il curriculum di Giacomo Prestia è praticamente impossibile, visto che stiamo parlando di un artista che ha calcato i più importanti palcoscenici del mondo (Teatro alla Scala di Milano, Maggio Musicale Fiorentino, Operà Nationale de Paris, Wiener Staatsoper, Opernhaus di Zurigo, Teatro Real de Madrid, Liceu de Barcelona, an Carlo di Napoli, Philarmonie Berlin etc.) collaborando con orchestre e direttori come i Berliner, Claudio Abbado, Myung-W. Chung, Daniele Gatti, Zubin Metha, G. Pretre, Riccardo Muti, Antonio Pappano, Daniel Baremboim...
Paola Quagliata, a sua volta protagonista in Teatri dal Comunale di Bologna al Regio di Torino, proporrà una selezione di arie d’opera e da camera, di cui alcune rilette in chiave jazz con il supporto di Davide Corini al pianoforte e Luca Garlaschelli al contrabbasso.
Già clavicembalista dell’Ensemble Strumentale Scaligero, con cui ha tenuto concerti in tutta Italia e in Europa, Donatella Tacchinardi è titolare della cattedra di accompagnamento al pianoforte al Conservatorio di Piacenza e pianista accompagnatrice degli Eventi Musicali Internazionali della Val Tidone.


Pianello Val Tidone, Teatro
Venerdì 28 luglio 2017, ore 21.15
Val Tidone Classica
Marc Pierre Toth (pianoforte)
Approfondisci...



Laureato con lode speciale in Master’s Program presso l’Università di Toronto, in ‘Performance Piano’ al Royal Conservatory of Toronto e in fortepiano alla Hochschule in Hannover, Marc Pierre Toth è salito sul podio e ha vinto premi in prestigiosi concorsi quali il “Ferruccio Busoni” di Bolzano, il Compositores d’Espana di Madrid, il Concorso Pianistico Internazionale Prokofiev 2003, il Concorso Chopin di Roma, Grand Prize of the Future Virtuosos Competition in Japan e altri.
Ha curato la direzione artistica di numerosi festival, fra cui “Pianofortissimo” presso la Musikhochschule di Hannover.
Nel 2002 ha fatto il suo debutto come professore ospite presso l’Università di Bogotà; dal 2006 tiene corsi di perfezionamento per diverse istituzioni in Canada, Germania e Italia; nel 2010 è stato Professore all’Università di Laval in Quebec; dal 2012 è docente al Conservatorio di Francoforte.
Si è esibito come solista con l’Orchestra Sinfonica di Roma e del Lazio, l’Orchestra del Teatro Bellini di Catania, l’Orchestra Haydn di Bolzano, l’ORCAM in Spagna, l’Orchestra di Stadttheaters Bremerhaven in Germania, la Philarmonia Symphony Orchestra di Zagabria.
Ha tenuto recitals in Canada e negli Stati Uniti, Belgio, Polonia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Macedonia, Danimarca, Repubblica Ceca, Russia, Germania, Brasile, Colombia, Italia, Croazia e Austria.
Ha pure suonato con grandi musicisti come i violinisti Solenne Paidaissi, Hyuk-Joo Kuwn e Christoph Seybold, con cui ha registrato un CD in 2006 per TUNAP.

PROGRAMMA
L. van Beethoven: Quattro Sonate (Sonata op. 2 n. 1 - Sonata op. 22 - Sonata op. 10 n. 2 - Sonata op. 101)


Agazzano, Piazza Europa
(Salone Parrocchiale in caso di maltempo)
Mercoledì 2 agosto 2017, ore 21.15
Val Luretta Jazz
Fabrizio Bosso Spiritual Trio feat. Walter Ricci
Approfondisci...



Lo Spiritual Trio (Fabrizio Bosso - tromba, Alberto Marsico - organo hammond, Alessandro Minetto - batteria) è uno dei progetti più affascinanti di Fabrizio Bosso, che in questa occasione si arricchisce della voce e del talento del cantante Walter Ricci.
Classe 1989, nonostante la giovane età Walter Ricci ha dimostrato di avere la padronanza vocale della grande tradizione dei più noti crooner d’Oltreoceano.
Fondato nel 2011, il Trio nasce come omaggio alla musica nera, declinata nella sua variante gospel e spiritual; con un repertorio, sia tradizionale che moderno, interpretato in modo personale e intenso, pur rimanendo fedele alla matrice che lo ha ispirato.
Artista di punta della scena jazzistica europea, Bosso è stato premiato più volte dal referendum “Top Jazz” come miglior trombettista italiano. Già al fianco di musicisti pop e jazz come George Russell, Charlie Haden, Carla Bley, Dianne Reeves e Sergio Cammariere in templi della musica come il Blue Note di Tokyo, l’Auditorium Parco della Musica di Roma, Umbria Jazz etc., ha registrato con la London Symphony e suonato da solista con numerose orchestre, collaborando con direttori come Wayne Marshall e Maria Schneider.


Pecorara, Piazza XXV Aprile
(in caso di maltempo lo spettacolo si terrà al chiuso a Pecorara)
Venerdì 4 agosto 2017, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Funk Off
Funky Marchin' Band
Approfondisci...



Ogni rassegna jazz che si rispetti ha la sua marching band. E il Val Tidone Festival non poteva esser certo da meno: venerdì 4 agosto tornano, a furor di popolo, i Funk Off !!!
Con oltre 700 concerti in 17 anni di attività, i Funk Off non solo sono la prima funky marchin’ band italiana, ma hanno anche dato un senso nuovo alla parola Marchin’ Band nel nostro paese, legando a quest’accezione un tipo di musica che unisce il groove della black music ad arrangiamenti di tipo jazzistico, con stile e gusto melodico italiano, oltre che a movimenti e coreografie di grande impatto visivo ed emotivo.
Nati nel 1998 da un’idea di Dario Cecchini, dopo una intensa attività live arrivano all’attenzione dei responsabili di Umbria Jazz. Voluti nel 2003 come ospiti in occasione del trentennale di Umbria Jazz, hanno colorato e riempito di energia di Funk e Soul, Jazz e R&B le strade di Perugia, approdando poi sul palco di un entusiasta James Brown. Da allora la band è stata sempre presente nel festival perugino.
I Funk Off in questi anni hanno collaborato con Paolo Fresu, David Liebman, Horacio “El Negro” Hernandez, Stefano Bollani, Gegè Telesforo, Maurizio Giammarco, Fabrizio Bosso, Marco Tamburini, Gianluca Petrella, Antonello Salis, Bengi Benati, Crystal Whyte. Hanno suonato assieme a Zucchero e aperto concerti del tour di Jovanotti.
Sono stati presenti nei cartelloni dei più importanti Festival: Montreux Jazz Festival, Istanbul Jazz, Umbria Jazz, Melbourne, Festival Sete Sois Sete Luas in Spagna e Portogallo, Vitoria Jazz Festival in Spagna, Time in Jazz in Sardegna, BMW Jazz Festival Sao Paulo, Wien Jazz Festival, London Jazz Festival, Liburnia Jazz, Torino Jazz, Freiburg, Ankara...


Piacenza, Cortile di Palazzo Rota Pisaroni
(Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano in caso di maltempo)
Giovedì 14 settembre 2017, ore 21.15
Val Tidone Etnica/Jazz
Alessandro Quarta (violino)
Michele Di Toro (pianoforte)

No Limits
Approfondisci...



“No Limits” è un progetto di improvvisazione musicale nato nel 2011 dall’incontro di due fuoriclasse delle sette note come il funambolico violinista Alessandro Quarta e il pianista Michele Di Toro. In "No Limits" i loro strumenti si avventurano nell’esplorazione di universi musicali apparentemente disparati: spunti melodici, ritmici, stilemi e forme eterogenee (materiale derivato da jazz, soul, pop, dalla chanson française e dalla canzone d’autore italiana, da bossanova e musica latina; e dal repertorio classico, barocco, dal romanticismo e dal novecento storico), sapientemente amalgamati e collegati dal fil rouge della loro improvvisazione, lasceranno affiorare quello che i musicisti definiscono il fattore principe del fare musica, in ogni luogo e tempo: l’espressione dell’emozione.
Alessandro Quarta, classe 1976, ha studiato con Salvatore Accardo, Abraham Stern, Zinaida Gilels e Pavel Vernikov, ereditando dai suoi Maestri la più grande tradizione violinistica classica. E’ poi maturato alla luce delle sue molte incursioni in territorio blues, soul e pop, fino a diventare il musicista non convenzionale che conosciamo oggi.
Le sue collaborazioni eccellenti comprendono alcuni dei più grandi artisti mondiali: Aretha Franklin, Ray Charles, James Brown, Tina Turner, Tom Jones, Lucio Dalla etc.
Michele Di Toro si diploma con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale presso il Conservatorio di Pescara e consegue il Diploma d’Esecuzione all'unanimità presso L’Ecole Normale de Musique “Alfred Cortot” di Parigi. Prosegue gli studi richiesti dal pianismo “classico”, ma viene presto influenzato dai linguaggi musicali afroamericani che lo portano a frequentare i Civici Corsi di Jazz a Milano.
Ha suonato con vari artisti, tra cui Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Franco Cerri, Irio De Paula, Alain Caron, Barbara Casini, Tiziana Ghiglioni, Roberto Prosseda e l’Ensemble di archi e fiati dei Berliner. Ospite di varie rassegne e festival, tra cui Umbria Jazz, si è esibito nei teatri, negli auditorium e nei jazz-club di tutto il mondo, ha partecipato ad importanti trasmissioni televisive e radiofoniche, e dal 2012 è testimonial dell’UNICEF.


Piacenza, Teatro Municipale
Sabato 25 novembre 2017, ore 21.00
Val Tidone Classica
Evgeny Starodubtsev (pianoforte)
Premio "Silvio Bengalli" - Premio "Enrica Prati" (Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone 2016)
Concerto coprodotto con la Fondazione Teatri di Piacenza
Approfondisci...



Il pianista russo Evgeny Starodubtsev, vincitore del Premio "Silvio Bengalli" nell’ambito dei Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone 2016 e del Premio del pubblico “Enrica Prati”, è considerato tra i migliori musicisti della sua generazione.
Diplomato al Conservatorio di Mosca, dove attualmente ricopre la carica di assistente della prof.ssa Natalia Trull, tra il 2004 e oggi Evgeny ha vinto premi, risultando primo o secondo classificato, in più di venti Concorsi internazionali di musica in tutto il mondo.
Ha tenuto concerti da solista e con orchestra in Spagna, Germania, Francia, Paesi Bassi, Croazia, Italia, Canada etc., calcando i palcoscenici di prestigiose sale e teatri come la Concertgebouw di Amsterdam, il Palau de la Musica di Barcellona e la Konzerthaus di Berlino.

PROGRAMMA
F. Liszt: 3 Études d'exécution transcendante ( Wilde Jagd – Vision - Mazeppa)
M. Ravel: Gaspard de la nuit
J. Brahms: Variazioni su un tema di Paganini, op. 35
I. Stravinsky: Petrushka

INGRESSO A PAGAMENTO (informazioni presso la biglietteria del Teatro Municipale di Piacenza)

Top News
31/07/2017 Concorso di Composizione Egidio Carella - Risultati --- Dettaglio News
28/06/2017 Val Tidone Festival - Tango Spleen al Teatro di Rottofreno --- Dettaglio News
01/05/2017 Concorsi Val Tidone: Deadline prorogata al 12/05/2017 --- Dettaglio News
01/01/2017 Iscrizioni online --- Dettaglio News